Puglia | Digital Library

Il boia di Venezia - n. 2

Autori:
Casaro Renato

Argomenti:
Cinema
Arte

L'immagine riproduce uno dei manifesti conservati presso la Mediateca Regionale Pugliese (vedi Note). Si tratta di uno dei manifesti del film “Il boia di Venezia”, del 1963 a firma di Casaro (Renato Casaro) come si evince dalla firma presente sul lato destro. Tra i maggiori rappresentanti della grafica e del manifesto, Casaro adottò come modello Angelo Cesselon, il primo pittore ad utilizzare, per i manifesti cinematografici, un nuovo linguaggio che dà maggiore importanza ad una grande scena, ad un ritratto per raccontare una storia. Casaro è noto per essere stato un autodidatta che riuscì tuttavia ad acquisire competenze e abilità riconoscibili, come l’uso dell’aerografo e legami con le correnti surrealiste internazionali. La composizione grafica in oggetto è molto ricca di particolari, sullo sfondo domina la figura possente del boia, immortalato a braccia incrociate, incappucciato, con lo sguardo diretto verso lo spettatore. In primo piano il figlio del doge, interpretato da Lex Barker in un abbraccio con la bellissima Alessandra Panaro (riportata sul manifesto come Sandra Panaro), i volti hanno sguardi spaventati e fissi verso un punto differente rispetto lo sguardo del boia. Molti i riferimenti alla città di Venezia, in primis la colonna in granito e marmo sormontata dalla statua di uno dei due santi patroni della città: San Marco Evangelista nella tradizionale forma di leone; ancora sullo sfondo si riconosce la facciata del Palazzo Ducale e le gondole in navigazione. Particolare il lettering scelto per la trascrizione del titolo, caratteri che richiamano i primi caratteri a stampa mobili che proprio a Venezia iniziarono la loro diffusione grazie a Manuzio. Rendono le sue figure ben definite e morbide, unendo un certo stile classico e accademico ad una grafica moderna.

Creative Commons License
Scheda sintetica
Identificazione
Tipologia
Natura analogica: Materiale grafico
Genere: Immagine fissa
Derivazione: altro analogico digitalizzato
Oggetto fisico
Argomento Cinema
Arte
Livello di descrizione monografia
Ambito cronologico decennio 1960
Collezione Manifesti in Mediateca
Descrizione del bene fisico
Categoria Opere grafiche
Titolo Il boia di Venezia (preferred Il boia di Venezia)
Autore
Nome dell'autore: Casaro Renato (preferred Casaro)
Cultura: italiana
Data di nascita: 1935
Ruolo: illustratore, pittore
Soggetto Manifesti
Cinema italiano
Datazione
Data inizio creazione: 1963
Data fine creazione: 1963
Lingua ita
Copertura geografica Italia
Localizzazione
Soggetto conservatore: Mediateca Regionale Pugliese (preferred Mediateca Regionale Pugliese)
Regione: Puglia
Provincia: BA
Comune: Bari
Indirizzo: Via Giuseppe Zanardelli, 30
Informazioni di dettaglio sulla risorsa digitale
Modalità d'uso bassa risoluzione
Diritti
Accessibilità uso pubblico
Detentore dei diritti Regione Puglia
Licenza Creative Commons Public License: Attribuzione - Condividi allo stesso modo - 3.0 IT
Tipo di licenza http://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0/it/legalcode
Termini di licenza È consentito: ● Condividere — riprodurre, distribuire, comunicare al pubblico, esporre in pubblico, rappresentare, eseguire e recitare questo materiale con qualsiasi mezzo e formato ● Modificare — remixare, trasformare il materiale e basarti su di esso per le tue opere per qualsiasi fine, anche commerciale. Alle seguenti condizioni: ▪ Attribuzione — Devi riconoscere una menzione di paternità adeguata, fornire un link alla licenza e indicare se sono state effettuate delle modifiche. Puoi fare ciò in qualsiasi maniera ragionevole possibile, ma non con modalità tali da suggerire che il licenziante avalli te o il tuo utilizzo del materiale. ▪ Stessa Licenza — Se remixi, trasformi il materiale o ti basi su di esso, devi distribuire i tuoi contributi con la stessa licenza del materiale originario. ▪ Divieto di restrizioni aggiuntive — Non puoi applicare termini legali o misure tecnologiche che impongano ad altri soggetti dei vincoli giuridici su quanto la licenza consente loro di fare.
Informazioni aggiuntive
Note Il manifesto fa parte di un corposo fondo di proprietà della Mediateca Regionale Pugliese di Bari che vanta più di 33.000 pezzi tra manifesti cinematografici, videocassette, volumi, materiale audiovisivo, raccolti e conservati dai primi anni del ‘900 ad oggi.
Risorsa associata
Risorsa esterna associata: http://www.mediatecapuglia.it/
Tipo di risorsa associata: Sito web