Puglia | Digital Library

Dio li crea..io li ammazzo!

Autori:
Symeoni Sandro

Argomenti:
Arte
Cinema

L'immagine riproduce uno dei manifesti conservati presso la Mediateca Regionale Pugliese (vedi Note). Si tratta di una delle versioni grafiche del manifesto del film “Dio li crea..io li ammazzo!” del 1967 per la regia di Paolo Bianchini. La firma che si legge in basso a destra è dell’illustratore di Sandro Symeoni (Symeoni), noto pittore ferrarese tra i più prolifici disegnatori di cinema, riconoscibile per l’uso di un linguaggio dalle molteplici sfaccettature, mutevoli negli anni. Si distinse per una grande pittoricità, un gusto originale basato sulla bellezza formale, soprattutto femminile, e più tardi per composizioni moderne basate su ritmi spezzati e drammatici. Per rappresentare la cruda tematica del film, Symeoni utilizza uno sfondo rosso/arancione che rende l’idea dello sparo che proviene dal personaggio in primo piano e che colpisce i due sullo sfondo. È come se l’artista voglia farci vedere da vicino la scena principale, un uomo guidato dalla Morte, resa attraverso uno scheletro che con la sua mano guida i gesti di Dean Reed. Anche il lettering fungeva da elemento visuale fortemente comunicativo, si possono illustrare anche le parole, sfruttando il loro grande potenziale semantico. Linee spezzate e frastagliate caratterizzano le lettere del titolo, di un rosso intenso, capace di rendere maggiormente l'inquietudine della scena.

Creative Commons License
Scheda dettagliata
Identificazione
Tipologia
Natura analogica: Materiale grafico
Genere: Immagine fissa
Derivazione: altro analogico digitalizzato
Oggetto fisico
Argomento Arte
Cinema
Livello di descrizione monografia
Ambito cronologico decennio 1960
Collezione Manifesti in Mediateca
Descrizione del bene fisico
Categoria Opere grafiche
Titolo Dio li crea..io li ammazzo! (preferred Dio li crea..io li ammazzo)
Autore
Nome dell'autore: Symeoni Sandro (preferred Symeoni)
Cultura: italiana
Data di nascita: 1928
Data di morte: 2007
Ruolo: illustratore, pittore di cinema
Soggetto Manifesti
Cinema italiano
Descrizione L'immagine riproduce uno dei manifesti conservati presso la Mediateca Regionale Pugliese (vedi Note). Si tratta di una delle versioni grafiche del manifesto del film “Dio li crea..io li ammazzo!” del 1967 per la regia di Paolo Bianchini. La firma che si legge in basso a destra è dell’illustratore di Sandro Symeoni (Symeoni), noto pittore ferrarese tra i più prolifici disegnatori di cinema, riconoscibile per l’uso di un linguaggio dalle molteplici sfaccettature, mutevoli negli anni. Si distinse per una grande pittoricità, un gusto originale basato sulla bellezza formale, soprattutto femminile, e più tardi per composizioni moderne basate su ritmi spezzati e drammatici. Per rappresentare la cruda tematica del film, Symeoni utilizza uno sfondo rosso/arancione che rende l’idea dello sparo che proviene dal personaggio in primo piano e che colpisce i due sullo sfondo. È come se l’artista voglia farci vedere da vicino la scena principale, un uomo guidato dalla Morte, resa attraverso uno scheletro che con la sua mano guida i gesti di Dean Reed. Anche il lettering fungeva da elemento visuale fortemente comunicativo, si possono illustrare anche le parole, sfruttando il loro grande potenziale semantico. Linee spezzate e frastagliate caratterizzano le lettere del titolo, di un rosso intenso, capace di rendere maggiormente l'inquietudine della scena.
TRAMA DEL FILM - Italia 1968. Film western. A Wells City i troppo frequenti furti alla banca e qualche conseguente delitto costringono i maggiorenti della città a prendere provvedimenti. Dietro suggerimento del giudice Kincaid chiamano un famoso pistolero, Slim Corbett, il quale accetta dietro lauto compenso. Questi comincia le indagini aiutato da un povero messicano, Job, ma tutti, salvo il giudice, gli sono contro perché tira troppo a lungo le cose. Successivamente quando la corriera che porta oro per la banca viene assalita da alcuni banditi, Slim, dopo essere sfuggito ad una imboscata, scopre che uno dei responsabili è lo stesso sceriffo e che questi ha nascosto la refurtiva. Ma il capo della banda, Douglas, un ricchissimo possidente, uccide lo sceriffo e fa in modo di incolpare Corbett. Job che ha intanto recuperato l'oro, informa il giudice dell'innocenza di Slim e questi viene così liberato. Nel frattempo Job viene catturato e torturato dagli uomini di Douglas; Corbett interviene e in un sanguinoso scontro stermina tutta la banda.A Wells City i troppo frequenti furti alla banca e qualche conseguente delitto costringono i maggiorenti della città a prendere provvedimenti. Dietro suggerimento del giudice Kincaid chiamano un famoso pistolero, Slim Corbett, il quale accetta dietro lauto compenso. Questi comincia le indagini aiutato da un povero messicano, Job, ma tutti, salvo il giudice, gli sono contro perché tira troppo a lungo le cose. Successivamente quando la corriera che porta oro per la banca viene assalita da alcuni banditi, Slim, dopo essere sfuggito ad una imboscata, scopre che uno dei responsabili è lo stesso sceriffo e che questi ha nascosto la refurtiva. Ma il capo della banda, Douglas, un ricchissimo possidente, uccide lo sceriffo e fa in modo di incolpare Corbett. Job che ha intanto recuperato l'oro, informa il giudice dell'innocenza di Slim e questi viene così liberato. Nel frattempo Job viene catturato e torturato dagli uomini di Douglas; Corbett interviene e in un sanguinoso scontro stermina tutta la banda (da Comingsoon). Regia: Paolo Bianchini. Interpreti principali: Agnès Spaak, Dean Reed, Pietro Martellanza, Piero Lulli, Ivano Staccioli.
Datazione
Data inizio creazione: 1968
Data fine creazione: 1968
Contesto culturale arte cinematografica italiana
Periodo storico e stile Novecento italiano
Materiale e Supporto Carta
Tecnica Stampa offset
Altezza
Unità di misura: cm
valore altezza: 200
Larghezza
Unità di misura: cm
Valore larghezza: 140
Iscrizione
Autore: Symeoni Sandro
Posizione: in basso a destra
Testo : Symeoni
Lingua ita
Dati editoriali
Editore: Rotolito
Ruolo: stampatore
Luogo di pubblicazione: Roma
Data di pubblicazione: 1968
Copertura geografica Italia
Localizzazione
Soggetto conservatore: Mediateca Regionale Pugliese (preferred Mediateca Regionale Pugliese)
Regione: Puglia
Provincia: BA
Comune: Bari
Indirizzo: Via Giuseppe Zanardelli, 30
Coordinate geografiche
Latitudine: 41.111125
Longitudine: 16.875478
Codice identificativo interno
Informazioni di dettaglio sulla risorsa digitale
Soggetto responsabile della digitalizzazione Regione Puglia
Progetto di digitalizzazione http://www.mediatecapuglia.it/
Stato della digitalizzazione digitalizzazione completa
Modalità d'uso bassa risoluzione
Formato digitale
Tipo di formato: image/jpeg
Versione: jpeg
Compressione JPG
MIME Type image/jpeg
Dimensione file (bytes) 2352906
Altezza 6843
Larghezza 4817
PixelXDimension 4817
PixelYDimension 6843
Resolution Unit 2
x-Resolution 100:1
y-Resolution 100:1
Color Space 1
Exif Version 48, 50, 50, 49
Exposure Bias 0:1
Exposure Time 1:160
ExposureProgram Manual
File Source 3
Flash Flash did not fire
Fnumber 8:1
Focal Length 45:1
MaxApertureValue 3:1
Metering Mode Pattern
Orientation normal
Software Adobe Photoshop CC (Macintosh)
Tipologia dello strumento di acquisizione fotocamera digitale
Produttore fotocamera NIKON CORPORATION
Modello dello strumento di acquisizione NIKON D3X
Data e ora di digitalizzazione 2018-01-18T11:48:26Z
Data e ora file originale 2018-01-18T11:48:26Z
Diritti
Accessibilità uso pubblico
Detentore dei diritti Regione Puglia
Proprietà intellettuale ROBERTO_SIBILANO
Dichiarazione dei diritti Delibera Regione Puglia
ID dichiarazione dei diritti D.G.R. 17 aprile 2015, n. 766
Tipo di concessione license
Licenza Creative Commons Public License: Attribuzione - Condividi allo stesso modo - 3.0 IT
Tipo di licenza http://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0/it/legalcode
Termini di licenza È consentito: ● Condividere — riprodurre, distribuire, comunicare al pubblico, esporre in pubblico, rappresentare, eseguire e recitare questo materiale con qualsiasi mezzo e formato ● Modificare — remixare, trasformare il materiale e basarti su di esso per le tue opere per qualsiasi fine, anche commerciale. Alle seguenti condizioni: ▪ Attribuzione — Devi riconoscere una menzione di paternità adeguata, fornire un link alla licenza e indicare se sono state effettuate delle modifiche. Puoi fare ciò in qualsiasi maniera ragionevole possibile, ma non con modalità tali da suggerire che il licenziante avalli te o il tuo utilizzo del materiale. ▪ Stessa Licenza — Se remixi, trasformi il materiale o ti basi su di esso, devi distribuire i tuoi contributi con la stessa licenza del materiale originario. ▪ Divieto di restrizioni aggiuntive — Non puoi applicare termini legali o misure tecnologiche che impongano ad altri soggetti dei vincoli giuridici su quanto la licenza consente loro di fare.
Informazioni aggiuntive
Note Il manifesto fa parte di un corposo fondo di proprietà della Mediateca Regionale Pugliese di Bari che vanta più di 33.000 pezzi tra manifesti cinematografici, videocassette, volumi, materiale audiovisivo, raccolti e conservati dai primi anni del ‘900 ad oggi.
Risorsa associata
Risorsa esterna associata: http://www.mediatecapuglia.it/
Tipo di risorsa associata: Sito web